Ognuno di noi vuole essere riconosciuto, accettato per quello che è, e sicuramente ogni forma di rigetto e di discriminazione è sbagliata e porta ferite e dolori interiori, quindi bisogna insegnare ad un bambino il rispetto ma è veramente dannoso insegnare la sessualità e le differenze di genere come la comunità gay intende fare ai bambini.

In America, anni fa era riconosciuta la disforia di genere soltanto dopo i 12 anni.
Perchè soltanto dopo i 12 anni un adolescente inizia un processo di maturazione per diventare un adulto.  Purtroppo ora le cose sono cambiate e ci sono moltissimi casi di bambini molto giovani che sono disposti anche senza il consenso dei genitori a fare la riassegnazione di genere. 

E questo è anche dovuto sicuramente alle famiglie che non trasmettono un vero amore al bambino o che i genitori sono separati e quindi il bambino ne risente, ma tutto questo è anche dovuto ad una propaganda transgender e con un educazione sessuale dannosa fatta troppo prematura, all’asilo, alle scuole elementari, online e nei cartoni.

Nella pubertà un bambino sta ancora esplorando e scoprendo la sua identità e affettività. E non bisognerebbe insegnare la sessualità o l’ideologia gender nelle scuole o nei cartoni animati, ma lasciare ai genitori questo compito, lasciando la libera scelta di educare i propri bambini come uno vuole. 

Secondo l’Associazione Americana di Psichiatri, il 98% dei ragazzi confusi di genere e l’88% delle ragazze confuse di genere accettano il loro sesso biologico dopo essere passati naturalmente attraverso la pubertà, ma questo logicamente è impossibile se durante la pubertà questi ragazzi vengono spinti attraverso la propaganda transgender, e un educazione sessuale dannosa di abbracciare e accettare l’ideologia transgender, o altre ideologie gender (per esempio il gender alieno senza sesso), spingendo questi bambini a iniziare una cura con i blocchi della pubertà e poi sterilizzando con gli ormoni sessuali incrociati che oltre a sterilizzarli li mettono a rischio d’infarti, ictus, diabete, cancro, e portandoli anche a soffrire sia a livello emotivo e fisico per causa della chirurgia e forse di anche rimpianti in un futuro.

Addirittura anche il dottor Miroslav Djordjevic, uno dei migliori chirurgi avverte che la chirurgia può essere davvero dannosa, essendo che moltissime persone dopo la transizione vogliono ritornare “normali” ma ritornare normale è un processo ancora piú difficile, doloroso e costoso. 

E lui stesso dice l’intervento chirurgico non toglie la confusione e l’insicurezza interiore della disforia di genere e neanche porta alla vera accettazione di se, ed è per quello che si sono tantissime persone che rimpiango quello che hanno fatto.  

Quindi la propaganda transgender nelle scuole è davvero dannosa per la vita dei bambini che si stanno sviluppando ed esplorando la loro identità e affettività perchè li mettono ancora di piú in confusione e li possono portare a delle decisioni e ad una mentalità che potrebbe costargli il benessere della loro vita. 

Ognuno è libero di fare e credere a quello che vuole ma è fondamentale che le scelte siano prese da adulti, e conoscendo anche tutte le conseguenze negative della riassegnazione di genere. 

INTERVISTA ALLA DOTTORESSA MICHELLE CRETELLA

VIDEO ARTICOLO:

 

Christian Morano
Seguimi su
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla pagina Shop