Una persona per ricevere e sperimentare l’amore di Dio non deve cambiare o fare qualcosa, perché in verità il suo amore  non dipende dalle proprie scelte, e dalle proprie decisioni.

Quindi Dio ti ama e ti accetta così come sei. Condividi il Tweet

E in realtà non ti ama perché sei bravo, o perché ti comporti bene. O perchè osservi la sua Parola. Ma ti ama perché ti ha creato per amore e lui stesso è amore. 

Noi siamo stati creati per amore e per essere amati.
E in verità ti ha creato per Lui, per avere un incontro, una relazione con Lui e per godere della sua presenza qua sulla terra e un giorno anche per l’eternità.
E la verità è che il suo amore, che trasforma, e spinge una persona a rispondergli affinché dia il suo cuore a Lui, e quindi questa persona può vivere il cielo qua sulla terra e un giorno godere anche dell’eternità con Lui.

È anche vero che se una persona volta le spalle a Dio, o sceglie di odiarlo, di rifiutarlo, Dio stesso continuerà ad amare quella persona e cercherà sempre di portare salvezza e rivelazione del suo amore.

Gesù stesso nella sua parola ha detto in Giovanni 3:17 : 
“ Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di Lui”

C’è anche da dire che per riconosce che abbiamo bisogno di un salvatore o comunque che abbiamo bisogno di salvezza, bisogna riconoscere che siamo perduti…e alla fine non tutti sono aperti a riconoscere che possiamo essere perduti oppure non tutti riconoscono i propri errori o le proprie imperfezioni. 

Per un cristiano la Bibbia dovrebbe essere uno standard per comprendere cosa è giusto e cosa è sbagliato, e non una religione, ma in realtà è la rivelazione della Parola che si è fatto uomo, che dona la rivelazione della verità. 

Parlando dell’omosessualità Dio ama tutti gli omosessuali, e ama anche la comunità  LGBT, perché Dio è amore e non contraddice la sua natura.
Ma la Bibbia è molto chiara riguardo al peccato e alle sue conseguenze, difatti quando parla dell’omosessualità, parla di abominazione, e questo lo puoi trovare nel libro del Levitico 18:22.

“Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole” 

Questo può offendere anche una persona, ma in verità Dio non è omofobo e Dio non odia nessuno, perché la sua natura è amore.
Ed essendo che ci ha creati a sua immagine e somiglianza, ci conosce meglio di noi di stessi.

Il libro del Levitico, al capitolo 18 definisce e rilascia una visione, una cultura che Dio voleva stabile con popolo d’Israele.
Difatti, il popolo d’Israele era appena uscito dall’Egitto e Dio voleva che ogni persona vivesse e non morisse quindi voleva trasformare e portare una cultura differente dalla cultura che avevano sicuramente visto in Egitto.
Dio era preoccupato per la vita di ogni Israelita, ed per quello che aveva rilasciato queste leggi, e in realtà Dio non ha detto questo è sbagliato e questo è giusto ma ha parlato di vita e di morte.
Ecco tutto il capitolo 18 del Levitico, e  io scommetto che tu sarai d’accordo con quasi tutto quello che c’e scritto:

1
 Il SIGNORE disse ancora a Mosè: 2 «Parla ai figli d’Israele e di’ loro: “Io sono il SIGNORE vostro Dio. 3 Non farete quello che si fa nel paese d’Egitto dove avete abitato, né quello che si fa nel paese di Canaan dove io vi conduco, e non seguirete i loro costumi. 4 Metterete in pratica le mie prescrizioni e osserverete le mie leggi, per conformarvi a esse. Io sono il SIGNORE vostro Dio. 5 Osserverete le mie leggi e le mie prescrizioni, per mezzo delle quali chiunque le metterà in pratica vivrà. Io sono il SIGNORE.
6 Nessuno si avvicinerà a una sua parente carnale per avere rapporti sessuali con lei. Io sono il SIGNORE.
7 Non disonorerai tuo padre, avendo rapporti sessuali con tua madre: è tua madre; non scoprirai la sua nudità.
8 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) della moglie di tuo padre: disonoreresti tuo padre.
9 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) di tua sorella, figlia di tuo padre e figlia di tua madre, sia essa nata in casa o nata fuori.
10 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) della figlia di tuo figlio o della figlia di tua figlia, poiché disonoreresti te stesso.
11 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) della figlia della donna di tuo padre, generata da tuo padre: è tua sorella.
12 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) della sorella di tuo padre; è parente stretta di tuo padre.
13 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) della sorella di tua madre, perché è parente stretta di tua madre.
14 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) del fratello di tuo padre, né di sua moglie: è tua zia.
15 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) di tua nuora: è la moglie di tuo figlio; non scoprirai la sua nudità.
16 Non scoprirai la nudità della (Non farei sesso con) moglie di tuo fratello: è la nudità di tuo fratello.
17 Non scoprirai la nudità (Non farei sesso con) di una donna e di sua figlia; non prenderai la figlia di suo figlio, né la figlia di sua figlia per scoprirne la nudità: sono parenti stretti: è un delitto.
18 Non prenderai la sorella di tua moglie per farne una rivale, scoprendo la sua nudità insieme con quella di tua moglie, mentre questa è in vita.
19 Non ti avvicinerai a una donna per scoprire la sua nudità mentre è impura a causa delle sue mestruazioni.
20 Non avrai relazioni carnali con la moglie del tuo prossimo per contaminarti con lei.
21 Non darai i tuoi figli perché vengano offerti a Moloc; e non profanerai il nome del tuo Dio. Io sono il SIGNORE.
22 Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole.
23 Non ti accoppierai con nessuna bestia per contaminarti con essa; la donna non si prostituirà a una bestia: è una mostruosità.
24 Non vi contaminate con nessuna di queste cose; poiché con tutte queste cose si sono contaminate le nazioni che io sto per cacciare davanti a voi.

Questo libro, è un libro dell’antico patto, un cristiano al giorno d’oggi non segue e ne vive la legge mosaica e ne tutte le normative dell’antico patto, ma nella verità vive sotto la grazia, perché attraverso la morte e risurrezione di Gesù ogni uomo riceve la salvezza e ha accesso alla presenza di Dio, e questo avviene attraverso la fede nella morte e risurrezione di Gesù. Avere fede in Lui vuol dire obbedire alla sua parola e avere una relazione con Lui, nel quale ti porta a vivere liberi e ha scoprire la verità, quindi non basta proclamare semplicemente che si ha fede in Lui ma in realtà bisogna obbedire alla sua parola. Perché le azioni e i pensieri rivelano il credo e la fede di una persona.

Parlando del nuovo patto, Gesù non è venuto ad abolire la legge che fa parte del vecchio patto, ma è venuto a portarla a compimento e chiaramente ha parlato di vivere una vita nella purezza, nel perdono, nell’amore vero, e ad adorare l’unico e vero Dio in Spirito e Verità.  Anche Paolo, come discepolo di Gesù nelle sue lettere ha ribadito che bisogna vivere una vita liberi da ogni forma di perversione, impurità e idolatria.

Non sapete che gl’ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v’illudete; né fornicatori, né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, 10 né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio. 11 E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio.
1 Corinzi 6:9

Qua chiaramente Paolo dice che ne chi commette fornicazione, adulterio che  sia un omosessuale o un etero sessuale, e poi fa anche l’elenco di altri peccati, non erediterà il Regno di Dio, ma la bella notizia è che dice “e tali eravate alcuni di voi”, perché alla fine se ci pensi bene, tutti entriamo a far parte di questo elenco, sia omosessuali che etero sessuali commettono peccato, ma attraverso la morte di Gesù ogni uomo se riconosce, si pente e accetta Gesù, può essere santificato e reso giusto davanti davanti a Dio.

Quindi se tu vuoi vivere una vita giusta e in relazione con Dio devi lasciarti lavare dal sangue di Gesù e vivere secondo lo Spirito e non secondo la carne e lasciarti trasformare nella tua autentica identità di Figlio di Dio, e questo vale sia per un omosessuale e un etero sessuale. Non ci sono differenze! 

Chi vuole vivere una vita in relazione con Gesù, deve vivere una vita allineata al suo pensiero, quindi bisogna stare attenti a cosa crede sia di se stesso e sia anche di Dio.

Molto semplicemente….

Quando crediamo ad una menzogna, diamo autorità e potenza al diavolo che è il padre della menzogna, quindi come dice Paolo nelle sue lettere è fondamentale conoscere la verità e rinnovare la propria mente, cioè trasformare la propria mente, e iniziare a pensare come Dio pensa. 

Spesso crediamo,  a delle cose che pensiamo che siano la verità ma in realtà sono bugie.
E solitamente crediamo a queste bugie per cause dei media, di una ferita emotiva, di un trauma, o il diavolo, oppure anche per educazione familiare. Quindi bisogna discernere i nostri pensieri e anche la loro provenienza, perchè spesso è proprio il diavolo che inietta pensieri negativi nella nostra mente.

Se rifletti bene ogni persona ha differenti pensieri, sia positivi che negativi ma la tendenza dell’uomo è connettere i propri pensieri o anche una tentazione da parte di satana alla propria identità e questo porta automaticamente a sentire vergogna e può portarci a vivere in una bugia, quindi essere schiavi del peccato, limitati e vivere in una falsa identità di noi stessi.
Ti faccio un esempio, quante persone hanno pensieri che non degni, o che percepiscono che non hanno valore e questi pensieri sicuramente da una parte sono causati da alcune circostanze non molto positive, come ferite relazionali, ma dalla l’atra parte possono essere anche una bugia del diavolo e quindi una persona inizia a pensare e di conseguenza a credere che non è degno, o che non ha valore creandosi anche un identità, cioè vivendo come una persona che non è degna o che non ha valore.
Ma la verità in questo caso è un altra, difatti Dio nel sua parola dice che siamo stati creati in modo stupendo e siamo degni di stima. Questo è un esempio per dimostrarti che è fondamentale credere alla verità per vivere liberi.
Un altro esempio, e può darsi che ti è capitato  è avere pensieri perversi, o impuri ma questo non ti rende un perverso se ovviamente non inizi a vivere una vita da perverso.
Quindi è fondamentale credere nella verità e la Parola di Dio dice che Gesù è la verità e che Gesù è il nostro specchio della nostra autentica identità, quindi il diavolo attraverso ferite, traumi, pensieri, menzogne  cerca di allontanarci dalla nostra autentica identità di Figli di Dio.

Gesù si è fatto uomo affinché noi potessimo diventare divini e figli di Dio! Condividi il Tweet

È importante capire che i pensieri non sono peccato ma possono essere tentazioni e poi la risposta alla tentazione può portare al peccato.
Anche Gesù è stato tentato, ma non ha mai commesso peccato, perchè viveva secondo lo spirito e la sua mente era allineate al Regno di Dio e satana non aveva nessun appiglio in Lui.
Quindi ognuno di noi, è responsabile a come risponde ai propri pensieri e alle proprie tentazioni che poi possono portare al peccato.

Tornando a parlare di omosessualità, Dio ama ogni uomo e ama ogni omosessuale ma nessuno nasce gay. Certamente ci possono essere delle predisposizioni emotive e spirituali generazionali.
Personalmente credo che l’omosessualità abbia differenti cause, ogni uomo è diverso, ma la causa più comune secondo me, sono dei bisogni d’amore e d’affermazione non soddisfatti,  una figura paterna assente e/o il genitore del sesso opposto abusivo (sessualmente o affettivamente), e una causa può essere anche l’occulto.
E questo cocktail poi porta ad una mancanza di consapevolezza e di sviluppo, maturazione della propria identità, aprendo la porta al rigetto sia della propria mascolinità o femminilità.

Ogni uomo è responsabile delle proprie scelte, e del proprio credo. Condividi il Tweet

E oggi voglio dirti che se sei omosessuale Dio ti ama e ti accetta così come sei, ma ti ama così tanto che ti vuole trasformare in ciò che davvero ti ha creato a essere, e in realtà questo vale per tutti, sia per un omosessuale o un eterosessuale.
Cioè, ti trasforma nella tua reale identità di figlio di Dio.
Gesù ha pagato per la redenzione e la trasformazione di ogni uomo, quindi ha acquistato con il suo sangue ogni uomo, ogni vita, inclusa l’affettività e la sessualità.
Attraverso la redenzione di Gesù c’è trasformazione, perché quando una persona riceve l’amore di Dio, riceve la verità e la rivelazione dell’autentica identità di Figlio di Dio, che porta a vivere una vita nella purezza e nella verità.
Ma bisogna scegliere Gesù e collaborare con la potenza dello Spirito Santo. E non mi riferisco ad una religione, perché Gesù non è una religione, ma è una relazione che ti porta a vivere libero e  a vivere nella gioia.

Ti benedico affinché tu possa scegliere Gesù, ravvedendoti dei tuoi peccati,  diventando una nuova creazione in Cristo Gesù e godendo della presenza di Dio.

Christian Morano
Seguimi su
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna alla pagina Shop